Instagram, Android, cloud storage e Canon EOS 5D Mark II

L’evoluzione della tecnologia porta sempre tante novità e nuove idee. Molto spesso anzi, vecchie idee che magari non hanno funzionato possono essere riciclate e dare vita a nuove invenzioni di successo. Altre volte, combinandole insieme si possono ottenere dei combo prima impensabili.

Instagram per Android, dropbox e canon 5D mark II

In questo articolo mi propongo di mettere insieme le novità degli ultimi tempi. Come molti di voi sapranno, la popolarissima applicazione fotografica per iOS di nome Instagram è approdata anche su piattaforma Android e si è poi anche ritrovata un’offerta da 1 miliardo di dollari da parte di Facebook per la sua acquisizione; a questo uniamo uno dei tantissimi servizi oramai presenti sul mercato di cloud storage sul web che hanno anche una app su mobile, tipo Dropbox; uno smartphone o un tablet Android di qualsiasi tipo; infine una reflex professionale come può essere la 5D Mark II (ma va bene qualsiasi macchina fotografica). Come esempio, uno scatto di qualche tempo fa eseguito con un 17-40mm f/4L (in formato quadrato naturalmente esce meno bene che in formato rettangolare).

Dunque, una volta scattata la foto con una Canon 5D Mark II in formato RAW, andrà sviluppata attraverso uno dei programmi di demosaicizzazione tipo Digital Photo Professional (fornito da Canon), Lightroom, Camera Raw, Aperture, etc. (rimuovendo anzitutto storture e aberrazioni cromatiche) e salvata in formato JPEG con una dimensione non troppo grande, così da farla gestire facilmente anche all’hardware del nostro device (in genere fino a 2,5-3MB di file non ci sono problemi). Se necessario, elaboriamo l’immagine anche in Photoshop, sistemando livelli, curve, cancellando sporcature indesiderate. Si potranno così avere tutti i vantaggi di questo formato, gestendo la luce nel modo migliore possibile, e delle ottiche professionali, così da avere una ottima nitidezza e sfruttare magari dei filtri particolari come il polarizzatore (usato anche nella foto sopra). Un’immagine decisamente migliore di quella ottenibile con i sensorini presenti sui nostri device, indubbiamente utili per la fotografia generalista a portata di mano ma mai paragonabili a quanto ottenibile con un sistema avanzato, anche se non necessariamente professionale. A questo punto, caricare l’immagine attraverso il tool di sistema Dropbox sullo spazio server cloud diventa un gioco da ragazzi.

In Dropbox app su Android, apriamo il file precedentemente caricato e facendo clic su Export selezioniamo la voce Instagram, presente nel menu a discesa: a questo punto si aprirà il programma che ci porterà direttamente dentro l’interfaccia di elaborazione della foto. Ritagliamola come ci appare più opportuno, ricordando che Instagram gestisce solo formati quadrati, applichiamo uno dei filtri a disposizione, l’eventuale cornice e salviamo. Nel nostro profilo social ecco apparire l’immagine, facilmente condivisibile su Facebook, Twitter, Frousquare, Tumblr e presto anche Flickr.

Lo stesso tipo di procedimento si può usare con Pixl-o-matic, indubbiamente l’app migliore e più completa esistente su piattaforma Android per l’elaborazione di immagini: l’unico vantaggio di Instagram è che si appoggia ad una comunità social con la quale condividere facilmente i propri scatti.

Se volete utilizzare Dropbox e non avete ancora un account, ricordatevi che 2GB di spazio sono gratuiti: potete facilmente accedere al servizio ed iscrivervi tramite questo link: www.dropbox.com

Info Simone82
Google

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: