Fujifilm X-E1

Fujifilm è un marchio storico giapponese della fotografia, nato nel 1934 per sviluppare primariamente pellicole per il mercato domestico, ma poi impostasi anche nel mercato hardware grazie all’elevata qualità dei suoi prodotti. Da un paio di anni è tornata prepotentemente anche sul mercato delle reflex dopo aver per qualche tempo intrapreso unicamente la strada delle compatte: di fatto insieme a Canon è l’unica casa a progettare interamente una macchina fotografica nelle sue “officine” (ricordo che i sensori della Nikon li fabbrica Sony), spesso per altro rivoluzionando il mercato come successo alla presentazione del sistema 3D Real Image System, unica compatta a registrare, processare e mostrare su un display autostereoscopico una fotografia tridimensionale.

Fujifilm X-E1

La Fujifilm X-E1 è una mirrorless professionale che monta un sensore in formato APS-C da 16MP con tecnologia proprietaria X-Trans CMOS, ovvero dove la matrice di Bayer è stata riprogettata con una disposizione dei pixel 6×6 che garantisce, in assenza di filtro passa basso, un sensibile aumento risolutivo. Il controllo del noise è stupefacente, neanche le più quotate e ben più costose reflex come la Nikon D4 hanno un controllo del chroma noise così efficace (secondo i testi effettuati da DPReview, comparazione sul RAW file). Per questioni di spazio il display è un 2,8” a 460.000 punti di tipo LCD, il mirino è elettronico a visione “naturale” di tipo OLED con 2,36M punti che consente un campo visivo apparente di 25°, consentendo con la rimozione del mirino galileiano la possibilità di montare un flash pop-up. L’autofocus a contrasto di fase, criticato nella sua prima versione sulla X-Pro1, è stato rivisto e ora garantisce prestazioni nell’ordine di 0,1 secondi. Quello che più colpisce di questa macchina è il design decisamente vintage adottato, tipico delle macchine anni ‘70-‘80: in realtà è tutt’altro che alieno, non solo per chi come me ha mosso i primi passi con la gloriosa Olympus OM-1 ma anche per coloro che desiderano un veloce controllo delle impostazioni fondamentali della camera. Ruotando semplicemente le due ghiere superiori sarà possibile sovraesporre o sottoesporre la foto, modificare gli ISO (range 200-6400 in RAW); una terza ghiera frontale, entrando nelle opzioni del display vi consente di modificare velocemente le varie impostazioni, come potete vedere dalla foto soprastante.

La Fujifilm X-E1 ha per altro recentemente vinto il “Photokina STAR 2012” award. Non bisogna dimenticare che questo corpo macchina si abbina perfettamente agli obiettivi di alta qualità Fujinon XF, di cui attualmente esistono 5 focali (di cui rilasciate appositamente con la camera come il 14mm f/2.8R) ma alle quali se ne aggiungeranno nel 2013 altre cinque. Senza dimenticare che le lenti M Mount sono compatibili grazie ad un adattatore in lega metallica ad elevato standard compliant, cosa che ad esempio consente l’utilizzo del parco ottiche Leica. Abbastanza completo è il parco accessori, che vanta sia 3 flash di varia potenza, sia un microfono per le registrazioni video in FullHD, sia un’impugnatura HG-XE1 che rende il corpo più adatto ad una presa stile reflex. Per il RAW, poiché il sensore X-Trans CMOS è di recente introduzione, si consiglia di utilizzare il programma nativo MyFinePix Studio, che ha algoritmi migliori per interpretare il .RAF. Non mancano chicche come la bussola digitale per foto perfettamente orizzontali; il 14mm integra sull’anello del fuoco la distanza focale e la scala di profondità, funzione che è attivabile anche in camera per il calcolo automatico dell’iperfocale, per scatti con il completo controllo della profondità di campo.

Da Ottica Universitaria a Roma, almeno oggi, la X-E1 in kit con il XF 18-55mm f/2.8-4 R LM OIS è al prezzo di €1.199, davvero aggressivo che pensiamo che come secondo/terzo corpo si può avere una macchina compatta, molto pulita, completamente in metallo, con sensore APS-C, che prevede persino la post-produzione in camera dei RAW con un’ampia gamma di filtri: le foto jpeg salvate su una scheda SD di tipo Eye-Fi potranno facilmente essere trasferite al PC o su dispositivi mobile per una istantanea condivisione social.

Di seguito uno scatto in negozio con il 14mm, ad una distanza di ca. 2m dal soggetto: AF, 800 ISO, f2.8, 1/125s, ACR NF Off, salvato in PNG con ritaglio al 100% intorno al punto di messa a fuoco:

Fujifilm X-E1 XR 14mm

Info Simone82
Google

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: