Nuovi Intel Core i7 Haswell-E

Intel ha finalmente immesso sul mercato, da qualche giorno, i nuovi Core i7 di 4ª generazione appartenenti alla microarchitettura Haswell-E. Si tratta di un importante passo avanti nel mondo desktop poiché per la prima volta Intel rilascia CPU a 8 core fisici, in grado di gestire ben 16 threads contemporaneamente grazie alla tecnologia Hyper Threading. Prima di approfondire le novità, ecco in sintesi le caratteristiche salienti:

Caratteristiche tecniche dei nuovi 3 processori Intel della famiglia Core i7-5000 Haswell-E
Modello Core/Threads Clock Turbo Cache L3 Linee PCI-E Memoria Socket TDP
Core i7 5960X 8 / 16 3,0 Ghz 3,5 Ghz 20 MB 40 DDR4-2133 4 canali LGA 2011-3 140 W
Core i7 5930K 6 / 12 3,5 Ghz 3,7 Ghz 15 MB 40 DDR4-2133 4 canali LGA 2011-3 140 W
Core i7 5920K 6 / 12 3,3 Ghz 3,6 Ghz 15 MB 28 DDR4-2133 4 canali LGA 2011-3 140 W

I prezzi per singola unità, calcolati sulla base di lotti di 1000 unità, ammontano a 999$ per il top di gamma 5960X, 583$ e 389$ rispettivamente per il 5930K e per il 5920K. Naturalmente prezzi tasse escluse.

Rispetto alla famiglia Ivy Bridge-E notiamo subito delle differenze: la compatibilità con le nuove memorie RAM DDR4, l’aumento della cache di terzo livello e un leggero aumento del TDP. Nonostante il cambio di socket che rende incompatibili le nuove CPU con il socket LGA 2011 (stesso numero di piedini ma form factor diverso), il nuovi 140W potranno continuare ad essere contenuti dai dissipatori per LGA 2011.

Oltre al prezzo, la decisione di scegliere l’una o l’altra delle CPU è dettata da due motivi fondamentali: applicazioni compatibili con il calcolo parallelo, che si avvantaggiano non poco dei 16 threads del 5960X; necessità di clock elevato per singolo thread al che la scelta ricade sul 5930K. Se invece non si necessita delle 40 linee PCI Express 3.0 in grado di gestire nativamente un 4-way SLI di nVidia o il CrossFireX di AMD-ATI, ci si può accontentare del più “economico” 5920K.

In comune invece abbiamo il moltiplicatore sbloccato verso l’alto per facilitare l’overclock che, dato anche il processo produttivo a 22nm, è sempre più facile e stabile, anche grazie ai preset XMP 2.0 in grado di far guadagnare senza troppi patemi anche il 40% di frequenza (il reale impatto di un clock più elevato dipende dalla singola applicazione).

Il cambio di scheda madre non è dovuto solo alla necessità di aggiornare il socket, ma anche al cambio del chipset: contestualmente infatti Intel introduce il nuovo X99, che integra controller di memoria a 4 canali per DDR4 con clock fino a 2133 Mhz, controller USB in grado di gestire fino a 6 porte 3.0 e 8 porte 2.0 e ben 10 porte SATA 3.0. Si introduce il supporto ufficiale a Thunderbolt 2.0, in grado di garantire un trasferimento dati potenziale fino a 20 Gb/s. Di seguito una slide che riassume il nuovo chipset X99:

Intel X99

In merito alle RAM, da sottolineare che il nuovo standard DDR4, introdotto nel 2011 ma per ora compatibile solo per i prodotti di questa fascia di mercato “enthusiast”, garantisce non solo frequenze di lavoro più elevate (fino a 3200 Mhz) ma soprattutto un voltaggio inferiore, pari a 1,2V contro 1,5V delle DDR3, che si traduce in un significativo risparmio di assorbimento, superiore al 20%, dato particolarmente sensibile per tutte quelle aziende che implementano potenti server o render farm con centinaia di moduli RAM. Di più, aumenta anche la densità di moduli per banco.

Infine, ricordiamo a tutti i lettori che è possibile pre-ordinare l’Intel Core i7 5960X a €1025 semplicemente collegandosi a questo link e qualificandosi come lettori di questo blog. Look inside and unlock the power!

Info Simone82
Google

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: